Interventi di sostituzione del nucleo familiare: ricovero presso residenze sanitarie assistenziali

Informazioni
È la procedura per frequentare i Centri Diurni o entrare in R.S.A. (Casa di Riposo). Quando nell’Area Anziani, si parla di interventi di sostituzione al nucleo familiare, si fa riferimento a due strutture come le Residenze Sanitarie Assistenziali (Case di Riposo) ed i Centri Diurni. I Centri Diurni sono strutture di sostegno e di socializzazione rivolte in particolare agli anziani e costituisce punto di appoggio dell’assistenza domiciliare e di incontro per la vita di relazione. Le R.S.A. ospitano, per libera scelta degli interessati o, in caso di accertata impossibilità di ricorso ad altre forme di assistenza che consentano la permanenza nel proprio domicilio, anziani in condizioni di parziale autosufficienza.
A chi si rivolge
Persone anziane affette da gravi deficit, tali da non consentire il compimento di atti e attività elementari, nei casi in cui la famiglia o altri Servizi non possono adeguatamente provvedere Come si accede Per ambedue le strutture, la prassi di inserimento è pressoché identica in quanto consiste: - compilazione di scheda valutativa da parte del medico di medicina generale; - compilazione di scheda valutativa da parte dell’Assistente Sociale. Per quanto riguarda l’inserimento in struttura, occorre verificare la disponibilità dei posti, per quanto riguarda i Centri Diurni, e la propria posizione nella lista di attesa, redatta dallo Sportello Distrettuale, per quanto riguarda le R.S.A. Il ruolo dell’Assistente Sociale nelle operazioni di inserimento si amplia alle informazioni sulle strutture presenti sul territorio.
I documenti necessari
- Scheda di valutazione sanitaria rilasciata dal medico di medicina generale - Carta identità, codice fiscale e tessera sanitaria della persona da inserire in struttura - C.U.D. o modello 730 o Unico e certificazione delle rate di pensione da percepire nell’anno; - Eventuale certificazione di invalidità.
Costo per il cittadino
Il Servizio svolto dal Comune è gratuito; la retta di degenza è a carico della persona ricoverata e/o dei suoi familiari.

Documenti
  1. Domanda concessione contributo retta struttura



Tutte le schede